Informazioni Utili

Tutto ciò che c’è da sapere

Citera si trova a sud della Grecia, nell’incrocio di tre mari: l’Egeo, lo Ionio e il Mar di Creta. Praticamente si trova tra il Peloponneso e Creta. Citera appartiene alla provincia dell’Attica (Prefettura di Pireo) però, storicamente, è nota come appartenente all’Eptaniso. Citera è costituita da un Comune, suddiviso in 13 aree geografiche (ex dipartimenti) che, in totale, ricoprono una superficie di 280 chilometri quadrati. Queste 13 aree sono rappresentate politicamente da Consigli di Amministrazione locali. La popolazione è di 4000 abitanti.

Citera è una parte geografica dell’arco Dinaro-Taurico che si estende dalle Alpi Dinariche fino alle Montagne del Tauro in Siria. In poche parole Citera è la grande porta che collega l’Egeo col Mediterraneo centro-occidentale.

Il litorale di Citera si estende per circa 90 chilometri (56 miglia). Dista circa 80 chilometri (43 miglia nautiche) da Creta, 21 chilometri (12 miglia nautiche) da Neapoli e 200 chilometri (108 miglia nautiche) da Pireo. Citera si trova nelle seguenti coordinate geografiche: 36.8° Long. N e 22.6° Lat. E.

Anticitera è l’isola sorella di Citera a sudest e si trova tra Citera e Creta. Anche Anticitera appartiene alla provincia dell’Attica. L’isola è composta da un singolo dipartimento che ricopre una superficie di 20 chilometri quadrati. La popolazione è costituita solamente da 45 abitanti. Coordinate: 35.3° Long. N e 23.2° Lat. E.

La Grecia si trova nell’Europa sudorientale e ricopre una superficie di 131.957 chilometri quadrati. La popolazione è di 10.964.020 abitanti. La capitale è Atene. Forma di governo è la Repubblica parlamentare. Il presidente della Repubblica è Prokopios Pavlopoulos e il Primo Ministro è Alexios Tsipras. La Grecia è Stato membro dell’Unione Europea dal 1981.

Citera vanta tante ore di sole durante tutto l’anno, seconda solo all’isola di Rodi in cui se ne calcolano circa 3000 ore l’anno. Il clima è caratterizzato da un alto grado di umidità e i venti sono molto frequenti. La temperatura media d’inverno è di 14° C e di 29° C d’estate. I mesi più caldi sono giugno, luglio e agosto, e i più freddi, dicembre, gennaio e febbraio. Le piogge d’inverno sono forti e molte volte il cielo è ricoperto di nuvole spesse, e i lampi avvolgono tutta l’isola.

Citera dista solo mezz’ora di volo da Atene e circa 2/3 ore di volo dalla maggior parte delle città europee.

Se giungete qui con la vostra barca, troverete sicuramente ospitalità e un ottimo servizio nei porti di Kapsali, Agia Pelagia e Diakofti. Le autorità portuali sono a vostra disposizione, offrendovi tutti i confort di cui avete bisogno.

La Grecia applica gli ordini degli accordi Schengen e i relativi accordi comunitari in ciò che riguarda i controlli di lunga durata. I Paesi che applicano pienamente gli accordi Schengen (Paesi UE: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Regno Unito, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Paesi Passi, Portogallo, Spagna, Svezia e i due Paesi terzi, Islanda e Norvegia) seguono una politica comune per quello che riguarda i controlli di soggiorno fino a tre (3) mesi all’interno dell’area Schengen. I cittadini di questi Paesi non vengono sottoposti ad alcun controllo di frontiera, all’interno dello spazio unitario. Gli enti dei trasporti (aziende aeroportuali, ecc.) possono chiedere, durante il controllo, la carta d’identità o il passaporto o qualche altro documento pubblico che accerti l’identità della persona.

Non si richiede il visto per entrare in Grecia (così come nell’area Schengen) per i cittadini dei Paesi europei sotto citati. Occorre essere in possesso di passaporto e/o carta d’identità dinanzi al controllo di frontiera. Questi Paesi sono: Cipro, Repubblica Ceca, Estonia, Irlanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Svizzera, Regno Unito.

Non si richiede il visto per chi, possessore di semplici passaporti dei Paesi sotto elencati, voglia visitare la Grecia per soggiornare fino a tre (3) mesi nell’arco di sei (6) mesi: Andorra, Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Brunei, Dar es Salaam, Bulgaria, Canada, Cile, Costa Rica, Croazia, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Malesia, Messico, Monaco, Nuova Zelanda, Città del Vaticano, Nicaragua, Panama, Paraguay, Romania, San Marino, Singapore, Corea del Sud, Stati Uniti, Uruguay, Venezuela.

Si richiede il visto per i possessori di passaporti pubblici dei restanti Paesi, qualora vogliano entrare in Grecia (e nell’area Schengen).

NOTA BENE: Nel caso in cui viaggiate in Grecia con il visto turistico (Schengen) si richiede l’assicurazione di viaggio che dovrà coprire l’interessato in caso di incidente medico o di emergenze per tutta la durata della validità del visto.

La legge greca impone che ogni struttura di nuova costruzione fornisca facile accesso per le persone portatrici di handicap. Molti alberghi e aziende sono adattate per affrontare queste esigenze. Nonostante ciò sarebbe meglio comunicare con il Comune di Citera per avere ulteriori informazioni più dettagliate e per essere aiutati.

Scegliete di prenotare prima dell’estate, dato che a luglio e agosto è difficile trovare alloggi. Controllate la lista di soggiorno che vi offre il sito Visit Kythera.

Il campeggio a Kapsali offre un contatto diretto con la natura. Si trova all’interno di una pineta, in un ampio spazio e fornisce tutti i confort per una gradevole permanenza. Per soggiornare nel campeggio dovete mostrare la carta d’identità o il passaporto.

Il fuso orario di Citera è di 2 ore avanti rispetto all’ora di Greenwich (cioè GMT +2). L’ora legale inizia l’ultima domenica di aprile e termina l’ultimo sabato di ottobre.

La lingua ufficiale è il greco. I Servizi statali e gli Enti locali possono servire il pubblico in greco o in inglese. La maggior parte degli abitanti di Citera parla inglese, e una minor parte l’italiano. Citera si sviluppa come una pacifica società multiculturale. Abitanti dell’Europa occidentale, dei Balcani, e della Russia si sono stabiliti nell’isola. Anche molti greci, emigrati in Australia, risiedono a Citera per quasi una metà dell’anno. Citera è un luogo storico, in cui la propria civiltà si basa sui vari popoli e conquistatori, passati da qui nel corso dei secoli. Oggi la storia si ripete. Sicuramente in una pacifica continua confusione.

La maggior parte degli abitanti di Citera è di religione cristiano-ortodossa. In Grecia la tolleranza religiosa è un dato di fatto, in base alla sua stessa Costituzione, e non esistono problemi con le fedi o usanze delle varie religioni.

Il prefisso utilizzato per le telefonate a Citera è 27360. Tutti i numeri di telefono vengono scritti per intero, ufficialmente. Lo stesso prefisso funziona anche per Anticitera. Così, per telefonare mentre vi trovate in Grecia, digitate tutte e dieci le cifre del numero. Il prefisso internazionale della Grecia è 0030 (oppure +30): digitatelo davanti al numero intero, se chiamate dall’estero.

Sull’isola potete trovare telefoni pubblici che funzionano con schede telefoniche prepagate. Potete comprarle negli uffici postali, nei mini-market e nei chioschi dei giornalai. La carta più economica costa €4.

Esistono inoltre tre gestori di telefonia mobile che prestano servizio e roaming: Vodafone, Wind, e Cosmote. Comunicate col gestore di telefonia mobile del vostro Paese prima di venire, per informarvi sulla disponibilità di roaming con la Grecia. Potete inoltre comprare e utilizzare una carta SIM di un gestore di telefonia mobile locale. Attenzione! È vietato dalla legge utilizzare il telefono cellulare mentre si è alla guida. Usate apparecchi che non richiedano l’impiego delle mani, come ad es., auricolari o sistemi Bluetooth.

Le banche sono aperte dalle 8:00 alle 14:00 dal lunedì al venerdì. Le banche greche dell’isola dispongono di sportelli per il prelievo automatico di denaro contante (ATM). I visitatori che si recano in banca per cambiare valute estere in Euro o in traveler’s cheque devono ricordare di portare con sé il proprio passaporto.

Le carte di credito maggiormente utilizzate sono: Visa, MasterCard, Diners Club, American Express, JCB e Maestro. In caso di smarrimento o furto della vostra carta contattate i seguenti numeri di assistenza:

Visa: 00-800-11-638-0304
MasterCard: 00-800-11-887-0303
Diners Club: 2109290130
American Express: 8011132600

L’Euro è l’unita monetaria della Grecia, dall’1 gennaio 2000, che ha adottato come propria moneta ufficiale. L’Euro è l’unica moneta accettata dalle attività pubbliche nell’isola. Se volete cambiare la vostra moneta, non dovete far altro che recarvi in una banca, in un ufficio di cambio o in qualche albergo. Le monete spicciole hanno valore di 5, 10, 20 e 50 centesimi, €1 e €2.
Le banconote, invece, valgono €5, €10, €20, €50, €100, €200, €500. Tutte le carte di credito possono essere utilizzate per il prelievo di contanti.

Esistono tre gradi di tassazione che riguardano i visitatori della Grecia. L’imposta sul valore aggiunto (IVA) è del 24% nella maggior parte dei casi. L’IVA per i beni di prima necessità (cibo), bisogni medico-farmaceutici e altri servizi è del 13%. I visitatori che vengono dal di fuori dell’Unione Europea possono richiedere il rimborso di questa tassa quando lasciano la Grecia. Per fare ciò, è necessario conservare le ricevute fino al giorno della partenza. L’IVA per i libri e i giornali è del 6%.

I servizi postali nell’isola vengono svolti dalle ‘Poste greche’ (ΕΛ.ΤΑ). Vi sono uffici postali a Chora di Citera e nel paese di Potamo. Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 14:00.

L’elettricità viene fornita alla Grecia a 220/240 volt, 50 Hz. Le prese sono di tipo europeo.

È necessario un cavo di tipo RJ45 per collegarsi ad una presa di rete informatica. Occorre, inoltre, una presa standard con due punte rotonde per collegare i computer alla rete elettrica.

Il Sistema Sanitario Nazionale (Ε.Σ.Υ.) comprende, tra le strutture pubbliche, l’Ospedale Generale di Potamo e gli studi medici di altri paesi dell’isola. Vi sono, inoltre, alcuni medici che visitano i malati nei propri studi privati, in cui si richiede la parcella. I centri di pronto soccorso degli Ospedali Generali sono aperti 24 ore su 24. Esistono inoltre 2 farmacie a Potamo e a Karvounades. Vi proponiamo ancora di avere sempre con voi un kit di pronto soccorso per l’utilizzo in caso di bisogno.

Se portate con voi dei farmaci, vi consigliamo di avere anche un certificato medico per evitare problemi con le dogane greche. Sono necessarie le ricette mediche per comprare i vari farmaci a Citera.

Inoltre, è necessario avere con voi il certificato di assicurazione medica da viaggio. Il Sistema Sanitario Nazionale non vi copre tutto. Potreste essere obbligati, in alcune situazioni, a pagare parte dei costi. I servizi sanitari greci, pubblici e privati, forniscono assistenza e servizi di alto livello.

Il numero europeo di Pronto Intervento è il 112. Potete chiamarlo in qualunque momento da telefono fisso o mobile, anche se non avete un carta SIM all’interno dell’apparecchio. Il numero è raggiungibile da qualunque punto della Grecia.

A Citera non vivono animali feroci. I turisti possono godersi la natura in tutta sicurezza.

La qualità dell’acqua che scorre nella rete idrica di Citera è eccezionale.

Le vacanze scolastiche a Citera iniziano il 20 giugno e terminano il 10 settembre. Inoltre le scuole restano chiuse per 15 giorni durante le festività natalizie e pasquali.

È vietato fumare all’interno di edifici pubblici, nei mezzi di trasporto pubblici e nei centri commerciali. Il fumo è consentito nei ristoranti, nelle taverne, nei bar e nei locali notturni. Mantenete pulito l’ambiente dai mozziconi delle sigarette, per gettarli cercate un contenitore specifico o qualche recipiente adatto.

Tutti gli alberghi, i ristoranti e attività affini, i campeggi e le agenzie di viaggi sono obbligati dalla legge a esporre un foglio di reclami, che devono dare ai clienti che lo richiedono, fornendo nello stesso tempo i dati dell’impresa. Tutti i reclami vengono inviati all’Ente del Turismo greco, il quale si incarica di applicare le misure necessarie. Inoltre potete effettuare reclami al Comune di Citera. Anch’essi procederanno nello stesso modo.

È proibito prelevare oggetti antichi e opere d’arte che si trovano in Grecia, ad eccezione solamente di alcune categorie per le quali si esige un permesso speciale dal Ministero dei Beni Culturali. Se un viaggiatore si scopre in possesso di oggetti antichi e di opere di stesso genere senza il permesso di esportazione, gli oggetti vengono sequestrati e il trasgressore viene perseguito penalmente.
Ulteriori informazioni al numero del Museo Archeologico: +30 27360 31739.

  • menica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo
  • 1 maggio: Festa dei Lavoratori
  • Maggio o giugno: Ricorrenza dello Spirito Santo
  • 15 agosto: Assunzione della B.V. Maria, ferragosto
  • 28 ottobre: Giorno di memoria della seconda guerra mondiale, Giorno del “NO”
  • 25 e 26 dicembre: Natale1 e 2 gennaio: Capodanno
  • 6 gennaio: Epifania
  • Febbraio o marzo: Primo lunedì di Quaresima
  • 25 marzo: Anniversario dell’insurrezione greca contro i turchi del 1821, festa nazionale
  • Aprile o maggio: Venerdì Santo, Domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo
  • 1 maggio: Festa dei Lavoratori
  • Maggio o giugno: Ricorrenza dello Spirito Santo
  • 15 agosto: Assunzione della B.V. Maria, ferragosto
  • 28 ottobre: Giorno di memoria della seconda guerra mondiale, Giorno del “NO”
  • 25 e 26 dicembre: Natale
Leave your comment
Comment
Name
Email